Archivi tag: viaggi

GOLE DEL VINTGAR

Se vi trovate dalle parti del Lago di Bled e dell’omonima cittadina, vi consiglio di visitare le Gole del Vintgar: un tripudio di cascate, tuffi, tonfi, rapide, verde, boschi e pareti a strapiombo.

Ci potete arrivare tramite una strada un po’ accidentata e piuttosto stretta – diciamo che spesso in Slovenia abbiamo riscontrato quanto siano “stitici” quando si tratta di asfaltare – con la vostra auto, con i mezzi pubblici che partono da Bled oppure attraverso un sentiero pedonale e ciclabile – circa 4 chilometri.

Siamo stati catapultati in un luogo incantato: per un attimo mi è sembrato di essere entrata nel mondo de “Il Signore degli Anelli”.

Processed with Snapseed.

Processed with Snapseed.

La gola è lunga quasi due chilometri e anche se tutti vi diranno che ci impiegherete circa un’oretta per visitarle..non credeteci! Soprattutto se siete appassionati di fotografia qui troverete pane per i vostri denti. Infatti noi ci abbiamo messo quasi tre ore; perché sarete immersi nella natura e ogni angolo, ogni goccia d’acqua avrà una luce particolare che vorrete immortalare.

Processed with Snapseed.

Processed with Snapseed.
“Ometti” di pietra

La camminata è resa più agevole dalle passerelle in legno: basta fare attenzione alle zone più umide – consiglio scarpe comode e non scarpe con i tacchi o infradito come mi è capitato di vedere!! È quindi visitabile in totale sicurezza.

Processed with Snapseed.
Lungo il sentiero

Processed with Snapseed.

La cascata che troviamo quasi alla fine del percorso è opera dell’uomo. Ma la natura ci ha messo comunque il suo zampino per renderla meravigliosamente imperfetta.

Ed eccoci arrivati alla fine della passeggiata. Ma le sorprese non sono ancora finite.

Dall’alto vediamo la cascata di Sum, ma la visuale non ci pare ottimale. Purtroppo  la segnaletica lascia un po’ desiderare – un po’ come l’asfalto nelle strade – ed i piccoli esploratori che sono – ancora – in noi ci fanno scorgere una scala con una ripida discesa che ci porta ai piedi di questa maestosa cascata: cercatela!! Vi do l’indizio che si trova dietro l’ultima biglietteria/bar/negozio di souvenir -.

Processed with Snapseed.
Cascata di Sum

Non resta che abbandonarsi alla fotografia compulsiva quasi in religiosa contemplazione di questa meraviglia della natura.

Con un po’ di tristezza riprendiamo la strada del ritorno.

Io vi consiglio di andarci la mattina presto – la biglietteria apre alle 8 – oppure a metà pomeriggio, evitando così il sovraffollamento delle ore centrali ed in modo da potervi godere anche la pace e la serenità che questo luogo emana.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pensieri fra le nuvole – come ti “analizzo” il mondo aeroporto

Adoro gli aeroporti e quel loro essere sempre fuori dal mondo, una dimensione sospesa fra il di qua e il di là.

Di qua le file: del parcheggio, del check-in, la confusione delle persone che stanno qui solo per salutare chi va di là e non si sa per quale arcano motivo sono sempre dove non devono essere, ossia, in mezzo ai piedi.

Di nuovo la fila, ora è quella dei controlli, quella dove c’è sempre qualcuno che sclera perché gli fanno togliere le scarpe.

E arrivi finalmente di là, dove tutto è ovattato, avete mai fatto caso alla percezione dei suoni nella zona transito degli aeroporti, non che non ci sia confusione, tutt’altro, ma stranamente il rumore non disturba come in esterno.

Il seguito su Bea Travel Planner

10 regole per organizzare un viaggio in autonomia

Questa è una sorta di vademecum, un elenco delle principali cosa da fare per organizzare un viaggio fai da te,  se non siete esperti e volete provare ad "arrangiarvi" questi 10 punti racchiudono l'essenza per strutturare un viaggio indipendente, vedremo di sviluppare ognuna delle voci in seguito.

 

1)      Scelta della destinazione (non ridete, non è scontato che sappiate dove volete andare)

2)      Quantificare un budget di spesa (quanto possiamo e/o vogliamo spendere)

3)      Ricerca, scelta e prenotazione del mezzo per arrivare a destinazione

4)      Ricerca di informazioni (tramite forum, siti inerenti, guide di viaggi etc…) sulla destinazione scelta

5)      Scelta delle cose da vedere e da fare in base alle proprie esigenze

6)      Impostazione itinerario (di massima o definivo)

7)      Ricerca e prenotazione di eventuali mezzi di trasporto in loco

8)      Ricerca alloggi ed eventuale prenotazione

9)      Pagamenti (acconti e/o saldi) di tutto ciò che abbiamo prenotato

10)  Acquisto di assicurazioni viaggio (annullamento e/o infortuni)

 

Non deve avvenire tutto necessariamente in questo ordine, ma ho notato che in linea di massima più o meno la sequenza è questa.

Se avete già qualche idea e volete cominciare, buon lavoro. Se invece proprio non ne ci riuscite io sono qui per aiutarvi 🙂